Blog a cura della Dr.ssa ANNA GULLA' & Collaboratori

giovedì 5 novembre 2009

L'alessitimia

Il deficit nella rappresentazione mentale delle emozioni e la limitata capacità di utilizzare gli affetti come segnali, prende il nome di ALESSITIMIA, costrutto che comprende le seguenti caratteristiche:
1) Difficoltà ad identificare i sentimenti,
2) Difficoltà a descrivere i sentimenti,
3) Limitata capacità immaginativa,
4) Stile di pensiero orientato verso la realtà esterna.

Sebbene la difficoltà di monitorare sentimenti ed emozioni degli altri non sia compresa nella definizione del costrutto, vi sono resoconti clinici ed evidenze empiriche che indicano che individui con elevati livelli di alessitimia hanno marcate difficoltà nell'identificare emozioni dall'espressione facciale degli altri.
Altre evidenze empiriche mostrano che l'alessitimia è associata alla difficoltà di discriminare fra diversi stati emozionali, e alla limitata capacità di pensare sulle emozioni ed usarle per affrontare situazioni stressanti.
La limitata capacità di rappresentare e regolare cognitivamente le emozioni rende probabilmente gli individui alessitimici maggiormente vulnerabili verso una varietà di disturbi medici e psichiatrici.

Nessun commento:


Questo blog è conforme alle disposizioni del Codice di Condotta relativo all'utilizzo di tecnologie per la comunicazione a distanza nell'attività Professionale degli Psicologi