Blog a cura della Dr.ssa ANNA GULLA' & Collaboratori

domenica 31 ottobre 2010

COME AIUTARE VOSTRO FIGLIO A STARE CON GLI ALTRI? (PEDAGOGIA DELLE ABILITA' SOCIALI)



Autostima <----------> Emozioni <----------> Regole

Tappe dell'allenamento emotivo:

1.Diventa consapevole dell'emozione del bambino

2.Riconosci in quell'emozione un'opportunità di intimità e di insegnamento

3.Ascolta con empatia e convalida i sentimenti del bambino.

4.Aiuta il bambino a trovare le parole per definire le emozioni che sta provando

5.Poni dei limiti, mentre esplori le strategie per risolvere il problema in questione

PEDAGOGIA DELL'AUTOSTIMA

Principi generali:

1.Far sentire a vostro figlio che lo amate anche quando sbaglia, standogli vicino

2.Lasciare spazio alla contrattazione della regola e successivamente pretenderne il rispetto con fermezza.

3.Premiare i comportamenti corretti, con piccoli premi tangibili all'inizio, per poi passare alla lode e all'approvazione.

Cosa fare quando i bambini sbagliano spesso?

1.Ignorare alcuni comportamenti: non guardare il bambino, non discutere, ma rimanere nella stessa stanza, pronti a parlargli non appena il comportamento problema è cessato.

2.Punire con perdita di privilegi e non con punizioni fisiche.

3.Stabilire le priorità e agire su un obiettivo alla volta.

4.Giocare con i comportamenti sbagliati: “Facciamo finta che”, lettura di fiabe, visione di film...

Cosa fare nelle situazioni difficili?

1.Time-out: interrompere il comportamento sospendendo il rapporto con le persone o con le cose che hanno scatenato il comportamento-problema. Dopo il tempo necessario al bambino per calmarsi, accoglierlo con affetto e lodi per la calma ritrovata.

2.Se sbaglia, fateglielo notare anche rimproverandolo, ma non esprimete giudizi su di lui, del tipo: “Sei brutto e cattivo!”, “non sei buono a nulla!”. Inoltre, fornitegli indicazioni precise sul comportamento sbagliato.

3.Dategli fiducia in modo che possa costruire un'immagine di sé positiva: “se i miei genitori credono che ce la posso fare, allora posso riuscire!”.

4.Se vostro figlio sbaglia spesso, non rimandategli un'immagine negativa di sé, ma insistete sul concetto che tutti possono sbagliare e che si può e si deve riprovare.

5.Suddividere i compiti difficili in compiti più semplici, in modo che possa collezionare successi e non solo sconfitte.

6.Elogiatelo ogni volta che ottiene dei risultati positivi.



PEDAGOGIA DELLA MORALE PER LA PRIMA INFANZIA

Obiettivi:

1.Raggiungimento da parte dei genitori dell'autorevolezza fondata su paura e amore e rispetto.

2.Rispetto da parte del bambino delle regole stabilite dai genitori.

Come raggiungerli:

1.Siate dei modelli per il bambino

2.Attraverso la consapevolezza che le regole e i no danno sicurezza

3.Chiarezza delle regole e coerenza nel farle rispettare: poche regole e ben spiegate, stessi comportamenti quando non vengono rispettate. La coerenza si esprime anche e soprattutto attraverso l'accordo tra i coniugi.

della DOTT.SSA CINZIA SANTINI (PEDAGOGISTA CLINICA)
abstract di un gruppo co-condotto con i genitori di un centro-giochi di Livorno

Nessun commento:


Questo blog è conforme alle disposizioni del Codice di Condotta relativo all'utilizzo di tecnologie per la comunicazione a distanza nell'attività Professionale degli Psicologi