Blog a cura della Dr.ssa ANNA GULLA' & Collaboratori

mercoledì 5 ottobre 2011

I disturbi dell'alimentazione nell'Infanzia

I disturbi dell'alimentazione nell'Infanzia includono:
  • la PICA
  • il Disturbo di Ruminazione
  • il Disturbo della Nutrizione dell'Infanzia o della Prima Adolescenza
tutti caratterizzati da alterazioni dell'alimentazione e della nutrizione che si manifestano molto precocemente nella vita, mentre Anoressia e Bulimia sono più tipici della fase adolescenziale.
Questi disturbi, specie il Disturbo di Ruminazione, sono tra le poche condizioni psichiatriche infantili con significativa mortalità.
La PICA è caratterizzata dalla ripetuta ingestione di sostanze non nutritive come terra, sabbia, plastica, carta, foglie, insetti. L'esordio è di solito tra i 12 e i 24 mesi, con remissione durante la fanciullezza.
È importante sottolineare che questo problema è più comune nei bambini poco controllati o ritardati.
Il Disturbo di Ruminazione (MERICISMO) è invece caratterizzato dal rigurgito del cibo dallo stomaco nella bocca, per essere espulso o reingerito. Il DSM-IV specifica una durata del Disturbo di almeno un mese per giustificarne la Diagnosi.
Insorge fra i 3 mesi a 1 anno di età.
Come cause sono state avanzate: una madre incapace di dare affetto, problemi del sistema neurovegetativo, reflusso gastro-esofageo, ernie iatali. La diagnosi è però giustificata solo quando i sintomi non sono ascrivibili a fattori fisiologici.
La ruminazione può causare la perdita di peso e la conseguente malnutrizione.
La caratteristica fondamentale del Disturbo della Nutrizione dell'Infanzia o della Prima Adolescenza è la persistente incapacità di mangiare adeguatamente.
Come per il Disturbo di Ruminazione bisogna escludere cause gastrointestinali o mediche generali, e il problema deve protrarsi per almeno un mese.
L'esordio deve avvenire prima dei anni di età.
In conclusione va sottolineato che tutti questi disturbi, nella maggior parte dei casi, si manifestano in concomitanza e/o conseguenza a stressanti fattori psicosociali, come la separazione dei genitori, un accudimento incoerente, la nascita di un fratellino/sorellina, un lutto importante, rapporti ostili con i coetanei.

Nessun commento:


Questo blog è conforme alle disposizioni del Codice di Condotta relativo all'utilizzo di tecnologie per la comunicazione a distanza nell'attività Professionale degli Psicologi